Allenarsi all’Aperto o in Casa – Differenze e Vantaggi da Conoscere

Invece di continuare sempre con i soliti allenamenti al chiuso, perché non provare a uscire un po’ di più, beneficiando di
un po’ d’aria fresca?

Luce, cielo azzurro e frizzante aria fresca sulla pelle (per non parlare della vitamina D che si sintetizza esponendosi al sole): tutte ottime ragioni per non rinchiudersi in palestra e fare fitness all’aperto. Questo significa dire addio ai soliti corsi nei centri benessere?
Abbiamo messo a confronto per voi i due tipi di allenamento, ed ecco cosa ne è uscito fuori.

CORSA: STRADA VS TAPIS ROULANT
Vantaggi all’aperto: il terreno irregolare e la resistenza del vento richiedono manovre multidirezionali e sembra che questo faccia lavorare maggiormente i muscoli delle gambe. “Colline, terreno irregolare e lo sforzo impiegato contro gli elementi della natura funzionano molto più che una sfida”, commenta la campionessa di corsa Charlene Thomas, ambasciatrice dell’Alfa Romeo e della UKA. “Anch’io adoro stare all’aria aperta!”
Vantaggi al chiuso: se siete predisposte agli infortuni o a problemi di legamenti, il tapis roulant è una scelta più sicura. La superficie assorbe una parte di forza quando vi muovete, alleggerendo il carico ai vostri legamenti. C’è da dire che, comunque, non è da considerarsi facile, perché bisogna tenersi al passo con la cinghia in una sfida fisica e mentale, ottima per il cuore e la resistenza. Inoltre il tapis roulant deve essere adatto alla corsa e su questo argomento è possibile vedere questa guida sui tapis roulant elettrici di Luca Vico.

NUOTO: PISCINE NATURALI CONTRO PISCINE ARTIFICIALI
Vantaggi all’aperto: il nuoto in acque naturali sta acquisendo sempre più fan tra gli sportivi, i fanatici del fitness e gli atleti del triathlon. Mark Edmonds del club Reebok lo preferisce per la sua imprevedibilità. “Stimola tecnica, resistenza, controllo della temperatura”, spiega, “Ma soprattutto è meno noioso e più motivante”.
Vantaggi al chiuso: nuotare entro le corsie di una piscina è un allenamento ideale per non stressare il cuore ed è appropriato per chi ha problemi alle articolazioni. E, dato che chiunque ha una piscina pubblica nei paraggi, è il modo più semplice per praticare questo sport. Ottimo per sfide a tempo, il nuoto in corsia è un allenamento consistente che stimola ogni parte del corpo.

PEDALARE: BICICLETTA O CYCLETTE?
Vantaggi all’aperto: Mark Edmonds sostiene che pedalare all’aperto è uno degli allenamenti più completi che esistano. “Si è capaci di affrontare percorsi di allenamento più lunghi senza affaticare il sistema cardiovascolare, bruciando tantissime calorie”, spiega. “Costituisce inoltre una sfida continua per il continuo sviluppo di tecniche e abilità personali”.
Vantaggi al chiuso: se siete prive di motivazione, potrebbe essere difficile mantenere un ritmo sostenuto pedalando in strada, ed è qui che entra in ballo lo spinning. Un buon ritmo, un allenatore entusiasta e la sensazione di appartenere a un gruppo è tutto quello che vi serve per far scorrere il sudore e allenare il cuore e per migliorare la forza e la resistenza.

CIRCUITO: PARCO VS PALESTRA
Vantaggi all’aperto: Nigel Ilsley, istruttore militare inglese, ritiene che l’allenamento all’aria aperta sia molto più interessante di quello in palestra. “L’esercizio all’esterno vi lascia cariche e allenta la tensione e i nervi”, spiega. La creatività e il senso di spontaneità donano fascino ai circuiti all’aria aperta che coinvolgono l’intero corpo.
Vantaggi al chiuso: gli svariati attrezzi della palestra garantiscono il lavoro di ogni singola parte del corpo, questo perché l’allenamento in circuito di solito è il più praticato. E quando fa freddo o il tempo è variabile, non si devono escludere del tutto gli esercizi in palestra: il rifugio sicuro contro le intemperie non va mai dimenticato del tutto.

L’allenamento all’aperto è quindi una soluzione da prendere in considerazione.