Cosa Bisogna Sapere sul Biancospino

Descrizione: arbusto o alberello spinoso, alto fino a 6 m. Le foglie glebe a contorno ovale o romboico, i fiori ( fiorisce in aprile- maggio) sono formati da 5 petali bianchi riuniti in infiorescenze corimbose. I frutti subglobosi, diventano rossi a maturità

Dove si trova: è comune in tutta l’Italia , cresce bene nelle boscaglie e lungo le siepi, fino ad una latitudine di circa 1500m s.l.m.
Raccolta e conservazione: Si raccolgono i fiori appena sbocciati e si fanno asciugare e seccare in un luogo asciutto e ombreggiato. I frutti invece si raccolgono a piena maturazione e si possono utilizzare freschi oppure in marmellate.

Parti che si possono utilizzare: fiori e frutti.

Periodo di raccolta: i fiori in primavera e i frutti in autunno

Curiosità: La specie simile è il biancospino selvatico ( crataegus oxyacantha) che ha le stesse proprietà del domestico, si differanzia solo per le foglie a contorno ellittico e per i frutti che contengono due semi anziché uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *