Come Pulire la Cucina in Modo Naturale

Avere una cucina in ordine e ben pulita fa sempre piacere anche se non è così facile come sembra. Molto spesso anche gli odori permangono dandoci una sensazione di disagio e per quanto ci si possa sforzare e aprire tutte le finestre ci vuole del tempo prima che quella sensazione vada via.

Se hai a casa un comune paio di calze di nylon che si è smagliato e lo vuoi buttare, non farlo. Se li lavi molto bene li puoi utilizzare al posto delle pagliette che si usano per lavare le pentole. In questo modo oltre a risparmiare avrai un utensile davvero efficace che ti permetterà non solo di raggiungere i punti più difficili ma anche di evitare di graffiare in modo irriparabile le superfici.

Se apprezzi la cucina speziata o particolarmente saporita saprai bene come è difficile eliminare gli odori da padelle e casseruole anche se lavate accuratamente. Per evitare che quegli aromi o profumi si trasferiscano su future pietanze metti nel recipiente utilizzato acqua e aceto in parti uguali, aggiungi qualche chiodo di garofano e un pezzetto di cannella. Fai bollire per un minuto e risciacqua. Per le superfici in alluminio è possibile seguire quanto riportato in questa guida su Comepulire.net.

Il forno è sempre l’elemento centrale di tutte le cucine. Esistono molti detergenti specifici ma se vuoi procedere ad una pulizia più naturale segui questo consiglio: unisci ad una mezza tazza di sale un quarto di soda, cinquecento grammi di bicarbonato e acqua. Impasta bene il tutto e spalmalo sul forno ancora caldo,lascia agire per qualche istante e spruzza l’aceto aromatizzato con qualche goccia di olio essenziale al limone. Risciacqua bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *