Come Coltivare la Salvia

La Salvia officinalis è molto conosciuta in cucina come essenza aromatica. Risulta essere una pianta perenne, legnosa, dai getti annui che persistono solo nella parte basale, mentre dopo la fruttificazione si seccano nel resto. Il fusto è ramificato e peloso, le foglie sono grandi oblunghe picciolate e di colore verde biancastro.

I fiori sono bluviolacei, l’odore è fortemente aromatico. La Salvia pratensi è molto diffusa allo stato selvatico, molto meno conosciuta dell’altra ,è perenne con altezza fino a 120 centimetri, con fusto robusto, quadrangolare, pelose ramoso. I fiori sono raccolti in grappoli di colore azzurro violaceo, le foglie sono oblunghe, picciolate, grandi e irregolarmente crenate.

Dove si trova: La Salvia officinalis è distribuita nell’area mediterranea ; è però ampiamente coltivata anche in Italia non comune allo stato selvatico.
La Salvia pratenisis è diffusa in Europa centro meridionale comune anche in Italia .La si può trovare al margine dei sentieri, in prati erbosi ma asciutti e in luoghi rocciosi

Parti che si possono utilizzare: Foglie, sommità de fiorite.

Periodo di raccolta: Le foglie vanno raccolte prima della fioritura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *