Come Coltivare il Cerfoglio

Erbacea biennale con radice fittonante di colore bruno e fusto (circa 50-60 cm) robusto, alquanto ramificato, scanalato e cavo internamente. Le foglie, che ricordano quelle del prezzemolo seppur più piccole , sono alterne ,sottili, frangiate, di colore verde e dotate di un lungo picciolo. Fiorisce tra maggio e agosto con piccoli fiori bianchi raggruppati in ombrelle.

Il fusto è un achenio con la superficie incisa.

Non ha particolari esigenze riguardo al terreno, ma è meglio scegliere zone illuminate ma protette dai raggi diretti del sole .Si semina direttamente in terra a una distanza di circa 20 cm. Per favorire lo sviluppo vegetativo e mantenere la qualità aromatica delle foglie è meglio effettuare una cimatura alle fioriture mano a mano che si formano. Poiché è una pianta difficilmente conservabile conviene fare due semine (a partire dalla primavera) a una distanza di circa 2 settimane in modo da avere sempre foglie fresche.

Le foglie fresche vanno colte tagliando il picciolo alla base della pianta in modo da agevolare lo sviluppo di nuovi germogli.

Conservazione: è difficile conservare il cerfoglio essiccato, anche perché si rischia di alterare l’aroma e i principi attivi. Piuttosto congelarle dopo averle pulite con un panno umido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *